ZENZERO

Lo zenzero (Zingiber officinale) è una pianta erbacea che appartiene alle Zingiberaceae (la stessa famiglia del Cardamomo) originaria dell'Estremo Oriente.

Coltivata in tutta la fascia tropicale e subtropicale, costituita da un rizoma carnoso e densamente ramificato, dal quale si dipartono: lunghi fusti sterili e cavi, formati da foglie lanceolate inguainanti e corti scapi fertili, portanti fiori giallo-verdastri con macchie porporine.

Il frutto è una sorta di  capsula divisa da setti in tre logge contenenti molti semi.

Il suo utilizzo in cucina è riconosciuto a livello mondiale. Viene sfruttato per la preparazione di piatti piccanti e molto aromatici, soprattutto in oriente ed in molte zone dell’Africa.

Riscontra il favore di molti palati grazie ad un sapore piccante e deciso, le sue riconosciute proprietà digestive e stimolanti.

Trova utilizzo anche in liquoreria come correttivo e per bibite dissetanti, infine in alcuni paesi viene utilizzato in qualità di frutta candita o marmellata oppure nella somministrazione della birra (paesi anglofoni)

Anticamente lo Zenzero si poteva trovare solo essiccato, ma oggi la sua coltivazione si è diffusa in molti paesi caldi come Brasile, Messico, Africa, Indonesia, Perù, Tailandia e dovunque vi siano le condizioni adatte, cioè un clima caldo tropicale; il maggior produttore comunque rimane l'India.

Nella cultura tradizionale araba e nella medicina viene considerato come afrodisiaco: addirittura alcun  popoli dell'Africa considerano che mangiare regolarmente Zenzero preservi dalle punture delle zanzare. Utilizzato per applicazioni esterne lo Zenzero ha una leggera azione revulsiva (L’azione revulsiva ha inizio con un arrossamento, accompagnato da senso di calore e di bruciore, successivamente compare un dolore bruciante, talvolta tanto forte da risultare insopportabile.), che viene sfruttata per fare cataplasmi contro i reumatismi e nelle odontalgie.

Diversi studi hanno confermato le molteplici virtù dello Zenzero; viene infatti utilizzato per combattere disturbi quali: dispepsia, esso infatti è capace di agire efficacemente su tutto l'apparato digerente, nei casi di inappetenza o di digestione lenta e laboriosa, flatulenza, meteorismo e gonfiore intestinale per le sue proprietà carminative; il mal d'auto, la nausea e il vomito in gravidanza, e come antispasmodico.

Le proprietà attribuite allo Zenzero a livello medico possono agire  in particolare sull'effetto antiemetico; esso si è dimostrato anche efficace in caso di reumatismi, gastrite e ulcera, mal di testa, ed è stata anche confermata la sua attività antiossidante.

Per  l’aroma stimolante è utilizzato ampiamente nell' Aromaterapia e nel Massaggio Thailandese.
Zenzero
Zenzero

Dizionario Medico