TIC

I tic sono caratterizzati da ripetute e rapide scosse muscolari, dette anche spasmi. In genere interessano i muscoli del viso o delle spalle: ammiccamenti con gli occhi, smorfie della faccia, corrugamento della fronte, scosse del capo, movimenti verso l'alto delle spalle. I tic sono più frequenti nei maschi (tre volte di più che nelle femmine); si presentano quasi sempre durante l'età della scuola, dai sei ai dieci anni. Circa il 20% dei ragazzi ha questo problema, che viene ad essere più evidente quando il bambino è preoccupato, teso o sotto stress.

In effetti i tic sono l' espressione esterna, involontaria, di una tensione emotiva. Di solito si verificano in soggetti normali, svegli, sensibili; sono più a rischio i bambini timidi e coscienziosi, anche se i tic possono presentarsi in bambini instabili e turbolenti. Sono accentuati spesso dalla invadente presenza di genitori eccessivamente pretenziosi, che, per esempio, si mettono a fare paragoni tra il bambino e i suoi fratelli, o sulle sue abilità. Se i genitori non danno peso al difetto, i tic tendono a sparire nel giro di due - tre mesi, massimo in un anno. Se si applicano strategie rilassanti sul bambino eccessivamente emotivo, spariscono ancor prima.

Senza alcun intervento i tic comunque vanno gradatamente e spontaneamente a risoluzione spontanea nei mesi successivi; solo il 3% dei bambini sviluppano tic persistenti e fastidiosi se non aiutati.

Dizionario Medico