TIBETAN PULSING



Al centro di questa tecnica c'è il cuore, concepito come centro di energia. Nel semplice processo della pulsazione del battito cardiaco, infatti, col tibetan pulsing é possibile sciogliere il dolore ed i condizionamenti trattenuti nel nostro sistema nervoso. Avremo in questo modo l'opportunità di rigenerare i nostri organi e di ritrovare la nostra vitalità e luminosità.

Shantam Dheeraj (nella foto) ha tradotto le pratiche rituali dei monasteri tibetani nella comprensione tecnologica facile da capire per la mente occidentale.

Dheeraj ha tradotto le antiche pratiche in processi bioelettrici, perché meglio si adattano alla forma tecnologica della coscienza occidentale. Il suo lavoro è stato riconosciuto ed apprezzato da Hua Ching, patriarca mondiale del taoismo, da Osho e dal Dalai Lama.
Dheeraj amava ricordare che il nostro corpo è come una casa nella quale passano numerosi fili elettrici, tramite i quali funzionano lampadine, TV. stereo, forno, caldaia, etc.; se uno di questi fili si stacca o si brucia, magari in seguito ad un temporale, la lampadina o l'apparecchio ad esso collegato smette di funzionare. La stessa cosa avviene nel nostro corpo: ci sono numerosi "fili" che portano energia bioelettrica ai nostri organi, se uno di questi "fi1i" si interrompe, magari in seguito ad un trauma fisico o psicologico, l'organo ad esso collegato perde parte della sua funzionalità o si ammala.

Eventuali interruzioni o blocchi dei circuiti bio-elettrici (shock fisici, emozionali o psicologici) si manifestano negli occhi come una macchia. Attraverso una s pecifica lettura dell'iride è possibile quindi individuare il problema ed intervenire per sistemare il circuito e ripristinare la funzionalità dell'organo.

Il Tibetan Pulsing è l'arte di toccare il corpo in punti ben precisi utilizzando la forza magnetica del battito del cuore (pulsing) per rimuovere i blocchi negativi delle nostre esperienze passate e le tensioni del presente. Il Pulsing è un'esperienza di cuore e come tale è da provare e sperimentare per comprendere, con il cuore, cosa succede. Sotto la guida di "esperti tibetani" possiamo permetterci di fermare per un po' la mente, lasciarla riposare, ed entrare nella dimensione del cuore, un mondo che ci appartiene, ma nel quale raramente riusciamo a vivere.

Dizionario Medico