SPIROMETRIA


La spirometria è il test più comune per valutare la funzionalità polmonare. Si tratta di uno strumento diagnostico particolarmente efficace e diffuso in quanto standardizzato, indolore, facilmente riproducibile ed oggettivo.

La spirometria è utilizzata frequentemente nella diagnosi e nella valutazione delle funzionalità polmonari nelle persone con malattie restrittive o ostruttive delle vie aeree.

Durante l'esame ci si avvale di un particolare strumento chiamato spirometro, in grado di valutare i diversi volumi polmonari.

L'esame spirometrico consiste nel soffiare il più velocemente possibile ed il più a lungo possibile in un boccaglio collegato ad un piccolo apparecchio, dopo una inspirazione massimale.
L'esame non è semplice; l'espirazione, infatti, deve durare circa 6 secondi e poiché il boccaglio mantiene la bocca piuttosto aperta, ci vuole un impegno non indifferente per eseguire una prova corretta. Importante è avere pazienza, esercitarsi un pò e soprattutto raccogliere 3 o 4 prove per controllare che i risultati siano riproducibili e che quindi il test sia attendibile.

Dizionario Medico