QIGONG

Il Termine Qi-Gong può essere tradotto come "maestria del Qi". 'Gong' è infatti un carattere che specifica un'abilità acquisita con un lavoro costante nel tempo, un talento coltivato. Qi è uno dei concetti più complessi ed onnipresenti nella cultura tradizionale cinese, secondo la quale l'ambiente esterno e l'ambiente interno (corpo) sono concepibili in termini di flussi, variamente sostanziati. Questi flussi riguardano tanto lo scambio fra l'individuo e l'ambiente (dinamica cielo/terra/persona) sia i flussi materiali, energetici e informativi all'interno del nostro stesso corpo.

Il Qigong è quindi particolarmente utile sia per il recupero di funzioni carenti (aspetto terapeutico) sia per lo sviluppo di facoltà latenti (autoelevazione). Le tecniche del Qigong terapeutico sono semplici, efficaci, adatte a tutte le età.

Il Qi Gong è considerato come la base di tutte le pratiche terapeutiche e marziali perché, nella sua forma originaria, non prevede alcun tipo di azione o di movimento.

La tecnica primitiva consiste esclusivamente in un lavoro sull' attenzione, sulla postura e sulla respirazione.

Il lavoro sull'attenzione consiste nel liberare la mente da ogni tipo di pensiero, e ciò si consegue riempiendola della sensazione fisica della propria presenza nel mondo. Il lavoro sulla postura consiste nel rilassare tutta la muscolatura volontaria e involontaria, e ciò si consegue mediante l'ottimizzazione dell'appoggio osseo, cioè facendo compiere allo scheletro il dovuto lavoro di sostegno. Il lavoro sulla respirazione consiste nell'irradiare attraversare gli organi e i tessuti, così ammorbiditi, l'ondulazione ritmica che la respirazione trasmette ai fluidi organici, come il sangue e la linfa. Mediante questi tre tipi di lavoro si guariscono le malattie del corpo e dello spirito e si conseguono la forza, la gentilezza e la saggezza. Il primo scopo del lavoro è divenire padroni della propria attenzione.

Il secondo scopo del lavoro è conseguire una postura perfettamente eretta, ossia divenire retti. Infatti la postura eretta è il corrispettivo fisico della rettitudine morale.

Il terzo scopo del lavoro è utilizzare le ondulazioni che la respirazione trasmette ai liquidi organici del corpo per produrre una nuova percezione del corpo stesso, sia nella sua interezza che nei suoi organi particolari. In ogni caso significa sviluppare una percezione tattile della propria interiorità.

In conclusione, il Qi Gong può essere considerato come l' arte di sentirsi bene.

Fattori Positivi: grazie al qi gong (qi un insieme di fattori percettivi reali - gong lavoro, allenamento) riusciamo a sensibilizzare il nostro sistema nervoso, con il quale (grazie a un fenomeno fisiologico di feedback) potremo controllare il battito cardiaco, la pressione sanguigna, il funzionamento dei vari organi, la secrezione degli ormoni ecc.

Dizionario Medico