POLLINOSI

Con il termine pollinosi si indicano una serie di malattie su base allergica, che si verificano quando un soggetto costituzionalmente predisposto viene a contatto con il polline di piante di diverso tipo.

La pollinosi è spesso indicata come "febbre da fieno", tuttavia la febbre non rappresenta un sintomo caratteristico della malattia ed è in genere assente.

Durante la pollinosi si hanno manifestazioni a carico dell’ apparato respiratorio, quali rinite su base allergica, tosse, fino all’insorgere di crisi di tipo asmatico; spesso questi disturbi vengono accompagnati da altri sintomi a carico degli occhi, con prurito e lacrimazione profusa (a volte irritante). Più raramente si verificano manifestazioni a carico della pelle o altri organi interni.

La peculiarità della pollinosi consiste nel fatto che i sintomi ricorrono durante l'anno, nei soggetti sensibili, seguendo il ritmo di produzione del polline da parte della pianta.

Contro la pollinosi sono disponibili nuovi farmaci antistaminici per uso orale dotati di minori effetti collaterali.

 

Dizionario Medico