PALPITAZIONE

La palpitazione viene indicata anche con il termine cardiopalmo. Rappresenta un sintomo non necessariamente legato a una condizione patologica.

Le palpitazioni vengono descritte dal soggetto che le avverte come una sensazione di "battito d’ala" o di irregolarità del ritmo; in alcuni casi, il paziente avverte pause nell’attività cardiaca seguite da battiti di maggiore intensità.

Le cause che possono indurre la comparsa di palpitazioni sono molteplici: uno stato ansioso acuto o cronico, un’ attività fisica intensa (specie se svolta da un soggetto non allenato), la comparsa di uno stato febbrile (con conseguente aumento della frequenza cardiaca), l’ anemia (soprattutto nelle forme più gravi), le alterazioni del ritmo (come le extrasistoli atriali o ventricolari, la fibrillazione atriale e le tachicardie), la tireotossicosi, il feocromocitoma o l’ assunzione di farmaci e sostanze psicoattive come caffè, alcol e tabacco.

 

Dizionario Medico