METEORISMO


Il meteorismo è un sintomo molto diffuso, che insieme al dolore addominale e a disturbi dell'alvo (diarrea e soprattutto stitichezza) colpisce più del dieci percento degli Italiani.

Nell' intestino, in condizioni normali, sono presenti circa 100-150 ml di aria con variazioni individuali da 30 a 200 ml. I gas più comuni sono l' azoto, l' ossigeno, l' idrogeno, il monossido di carbonio ed il metano. Diversi processi intervengono nel regolare la quantità di aria presente nell'apparato digerente. Le pareti intestinali hanno, per esempio, la capacità di riassorbire l'aria prodotta che viene poi immessa nel sangue ed eliminata con la respirazione. Eruttazione e flatulenza intervengono invece in presenza di meteorismo per eliminare l'eccesso di gas.

Quando si avverte quella sensazione di pancia gonfia, associata a fastidio e talvolta a dolore, potrebbe trattarsi semplicemente di cattiva digestione. Altre volte all'origine del problema possono esserci problemi specifici dello stomaco o dell'intestino. Le condizioni che possono portare al meteorismo sono infatti numerose:

- Aumento dell’aria ingerita o aerofagia: l’eccessiva introduzione di aria soprattutto durante i pasti può essere causa di meteorismo. Alla base di questa condizione esistono quasi sempre cattive abitudini igienico-alimentari (pasti frettolosi, parlare durante il pasto, masticazione di gomme, eccesso di bevande gassate, etc.).

- Iperproduzione fisiologica di gas dovuta alla composizione dell'alimento (fagioli, lenticchie, ceci, dolcificanti artificiali, bibite gassate ecc.), provocata dalla fermentazione intestinale degli zuccheri e della cellulosa

- Sindrome del colon irritabile; sindrome da contaminazione batterica dell'intestino tenue o altre condizioni patologiche del tratto gastroenterico.

- Alterato assorbimento dei gas intestinali: in corso di patologie epatiche ed intestinali il normale assorbimento dei gas ed il loro trasporto nel torrente circolatorio è compromesso, con conseguente accumulo di aria nell’intestino.

 

Dizionario Medico