MESOTERAPIA

La mesoterapia è un metodo terapeutico messo a punto dal francese M. Pistor nel 1952, che consiste in iniezioni sottocutanee di miscugli di diversi farmaci, opportunamente diluiti. La tecnica prevede l'uso di aghi singoli o di iniettori a piastra con più aghi per meglio distribuire il liquido in zone più vaste. Questi strumenti possono avere da 3 a 18 aghi posizionati in modo lineare o circolare, lunghi più o meno 4 mm. Soltanto il medico decide quale usare per poter evitare traumi o la formazione di ematomi, specialmente quando la superficie da trattare non è piana.

È indicata nelle artrosi, nelle nevralgie, nelle cefalee, nei disturbi circolatori e nella cellulite. L'azione terapeutica è dovuta sia all'azione dei medicamenti, sia alla stimolazione riflessa di zone o punti della cute.

La mesoterapia è indolore e non occorre praticare anestesia e, nella zona trattata, si evidenzierà il cosidetto "pomfo", della cui validità terapeutica si hanno numerose documentazioni scientifiche. Il ciclo di cura comprende da 8 a 15 sedute con frequenza settimanale, seguito da una di mantenimento mensile. Associando questa tecnica al linfodrenaggio e alla laser-terapia si ottengono dei buoni risultati.

Dizionario Medico