MASTOPESSIA

Sempre molte più donne affrontano un intervento di questo tipo per problemi di natura psicologica.
Sotto questo aspetto occorre che la paziente sia una persona matura ed equilibrata, pronta cioè ad accettare una modificazione del proprio corpo e ad attribuirle il giusto peso. La mastopessia non compromette la facoltà di allattare.

Per mastopessia in campo medico, si intende un procedimento chirurgico di formazione ricostruttiva, utilizzato per sollevare le mammelle. Tale operazione può essere scelta dal soggetto quando vi è una perdita di tonicità. Dalla fine degli anni 1990 e fino al 2007 la percentuale di donne che utilizzano tale operazione è aumentata di oltre il 500%.

Dopo un anestesia che può essere locale o totale, l'intervento chirurgico di mastopessia avviene tramite iniziali incisioni e con successiva rimozione della cute in eccesso, fornendo un effetto di lifting alle mammelle. La perdita di tonicità avviene con l'età avanzata, per atrofia, ipertrofia della ghiandola mammaria, l'allattamento e la gravidanza. L'intervento viene scelto anche in caso di notevole perdita di peso, fornendo alle persone risultati soddisfacenti. Negli ultimi anni si stanno studiando vare tecniche di utilizzo della mastopessia, per garantire il più a lungo possibile gli effetti.





Dizionario Medico