LINFOMA

Linfoma è un termine generico per indicare il cancro del sistema linfatico. Ci sono svariati tipi di linfoma, suddivisi in due categorie principali: linfomi di Hodgkin (Morbo di Hodgkin) e linfomi non-Hodgkin.

Il linfoma di Hodgkin è una rara forma di linfoma, caratterizzata dalla presenza di un particolare tipo di cellule tumorali, le cosiddette cellule di Reed Sternberg, non rilevabili nelle altre forme di linfoma.

Qualsiasi linfoma che non appartenga alla categoria di linfoma Hodgkin è detto linfoma non-Hodgkin. Esistono più di 30 tipi diversi di linfomi non- Hodgkin, i quali vengono solitamente distinti in due gruppi, a seconda della rapidità di crescita del tumore: indolenti (basso grado di malignità); aggressivi (grado di malignità medio/alto)

I sintomi più comuni di linfoma sono:
· Rigonfiamenti non dolorosi su collo, ascelle o inguine
· Sudorazione notturna
· Febbre apparentemente immotivata
· Dimagrimento e spossatezza
· Prurito persistente in tutto il corpo

L'unico metodo che consente una diagnosi accurata del linfoma è la biopsia su uno dei linfonodi che appaiono gonfi.

L'esatta causa del linfoma è a tutt'ora sconosciuta. Tuttavia, alcune forme di linfoma hanno più probabilità di manifestarsi in soggetti che hanno assunto farmaci antirigetto a seguito di un tra pianto d'organo, oppure in persone che presentano una riduzione delle capacità immunitarie, ad esempio i pazienti affetti da HIV o AIDS. Si pensa che alcune sostanze chimiche contenute negli insetticidi e nei prodotti per la conservazione del legno possano favorire l'insorgenza del linfoma. Di sicuro, comunque, sappiamo che i linfomi non sono contagiosi e non sono ereditari.


Dizionario Medico