IPOPLASIA

Sia che si manifestino durante la vita endouterina o dopo la nascita, le ipoplasìe si distinguono in primarie e secondarie, secondo che si producano in modo apparentemente spontaneo (probabilmente in relazione con i fattori interni che regolano l'accrescimento), oppure risultino legate all'intervento di cause esterne.

Gli organi a secrezione interna nel loro complesso esercitano un'influenza regolatrice sullo sviluppo e sulla nutrizione dei tessuti in generale e di alcuni in modo più evidente. Perciò l'asportazione, le lesioni a carattere distruttivo e talvolta anche le gravi alterazioni funzionali di alcune parti dell'apparato endocrino, sia nell'organismo in via di sviluppo sia nell'adulto, possono avere per effetto ipoplasìa o addirittura aplasia di alcuni tessuti od organi.


Fra le numerose patologie alcune sono:

- Ipoplasia del seno
- Ipoplasia focale dermica
- Ipoplasia trico-cartilaginea
- Ipoplasia oligonefrica
- Ipoplasia delle paratiroidi
- Ipoplasia del ventricolo sinistro, in cardiologia
- Ipoplasia cerebellare





 

 


































Dizionario Medico