IONOFORESI

Per ionoforesi (iòno-phòresis = trasporto di ioni) si intende l’introduzione di un farmaco nell’organismo attraverso l'epidermide (somministrazione per via transcutanea), utilizzando una corrente continua (corrente galvanica), prodotta da un apposito generatore.

I vantaggi della somministrazione di farmaci con questa modalità sono essenzialmente:

1- Evitare la somministrazione per via sistemica (orale, intramuscolare, endovenosa). È utile ricordare che la via sistemica presenta diverse controindicazioni; infatti, la totalità dei farmaci presenta il rischio, più o meno marcato, di effetti collaterali a danno di vari organi e sistemi anatomici.

2- Applicare il farmaco direttamente nella sede corporea interessata dalla patologia, riducendo così i tempi terapeutici, con conseguente regressione dei sintomi in un tempo minore.

3- Permettere l’introduzione del solo principio attivo, senza veicolanti (eccipienti). In questo modo verrà introdotto il solo principio attivo del farmaco, in forma ionica, senza gli eccipienti, i quali, spesso, sono fonte di reazioni più o meno avverse.

4- Permettere agli ioni di legarsi a determinate proteine protoplasmatiche aumentandone il tempo di permanenza nelle sedi anatomiche interessate (emivita), potendo quindi diminuire le quantità di farmaco utilizzate per la stessa patologia rispetto ad altre vie di somministrazione.

5- Iperpolarizzare le terminazioni nervose determinandone un elevamento della soglia di eccitabilità, ottenendo quindi un effetto antalgico elevato.


Dizionario Medico