DNA

sigla dell'acido desossiribonucleico, composto chimico macromolecolare facente parte degli acidi nucleici; è presente nel nucleo di tutte le cellule, come portatore dell'informazione genetica.

Il DNA è un polimero formato da due lunghe catene di nucleotidi, ciascuna a forma di elica, di solito intrecciate a formare la cosiddetta doppia elica. Ciascun nucleotide è costituito da unità alternantisi di carboidrati e gruppi fosforici con una base azotata attaccata a ogni unità di carboidrato.

Nel DNA, il carboidrato è il desossiribosio; le quattro basi sono rispettivamente l'adenina (A), la guanina (G), la timina (T) e la citosina (C). Adenina e guanina sono basi puriniche, mentre timina e citosina sono basi pirimidiniche.

Le quattro basi in una catena di acido nucleico si accoppiano alle quattro basi dell'altra in modo che l'adenina si appai sempre con la timina e la guanina si appai sempre con la citosina. Le due catene sono tenute insieme da legami idrogeno che si formano tra le coppie di basi azotate.
Quando la cellula si riproduce per divisione, la doppia elica si apre in due metà su ciascuna delle quali si vengono ad associare i corrispondenti nucleotidi provenienti dalla riserva di essi sempre presente nella cellula. Poiché ogni base di ogni elica può appaiarsi solo con la corrispondente base dell'altra, le due nuove doppie eliche formatesi a seguito della divisione sono identiche all'originaria. Secondariamente, il DNA controlla la produzione dell'RNA e quindi la sintesi delle proteine (vedi anche genetica).
DNA

Dizionario Medico