CRIOTERAPIA

La Crioterapia è una metodica efficace per il trattamento di lesioni cutanee superficiali di natura benigna e premaligna. Può essere usato come trattamento di scelta, come metodo alternativo e in aggiunta a altre terapie.

La tecnica è piuttosto semplice e molto sicura ma l'alto costo delle apparecchiature, la loro manutenzione e l'alto costo del criogeno hanno fatto cadere un po' in disuso questa metodica.

L'Azoto liquido è attualmente il criogeno più usato e versatile: permette la tecnica a bastoncino, la tecnica spray e quella a sonda.
Per conservarlo si usano i contenitori Dewar dove però il gas evapora lentamente anche se non viene usato; la durata di una ricarica da venticinque litri è di c.a. due mesi e il suo costo piuttosto basso.

Nel contenitore può essere immerso direttamente il tampone, altrimenti si può versare il gas nelle piccole bombole per la tecnica spray o a sonda. L'Azoto liquido è il criogeno più aggressivo e pertanto necessita di particolare attenzione nell'impiegarlo.

Gli inconvenienti da Crioterapia (proiezione di liquido criogeno, congelamento di una superficie maggiore del necessario, congelamento insufficiente) sono piuttosto rari e derivano quasi sempre da un'errata valutazione della lesione o del paziente oppure da un errore tecnico dell'operatore o dal mal funzionamento dell'attrezzatura.

Le complicazioni sono veramente rare se non eccezionali; le più comuni sono alterazioni della pigmentazione sia in senso ipo che iper, le ipopigmentazioni derivano sempre da un'azione troppo violenta rispetto alla lesione da trattare e purtroppo sono permanenti; le iperpigmentazioni possono derivare dall'esposizione al sole, troppo precoce e senza protezione oppure dal tipo di pelle.

Queste ultime possono essere trattate o con una nuova seduta di Crioterapia o depigmentanti o peeling.

Si deve notare, comunque, che la Crioterapia resta sempre il trattamento più sicuro in assoluto di tutti gli altri trattamenti distruttivi cutanei (elettrocoagulazione, laser, ecc.) in quanto, poichè non distrugge il derma, non può lasciare cicatrice.

D'altro canto l'errore tecnico in Crioterapia è veramente una evenienza rara in quanto i tempi d'applicazione sono piuttosto lunghi (dell'ordine di diversi secondi) quindi è molto difficile provocare un'ustione grave con esiti cicatriziali in quanto bisognerebbe fare dei trattamenti di durata improponibile (più di un minuto).

Dizionario Medico