CHIROTERAPIA

Tecnica terapeutica basata su manipolazioni della colonna vertebrale e delle articolazioni.

Questa metodologia terapica è antica come l'uomo, che da sempre ha avuto disturbi alla testa, alla schiena, dolori alle braccia, alle gambe.

I primi a parlare di manipolazioni delle vertebre furono i medici dell'antichità sia occidentali che orientali, già Galeno ed Ippocrate indicavano le manipolazioni per la cura dei dolori vertebrali.
Parlando di chiroterapia è opportuno ricordare anche la Chiropratica, una disciplina nata grazie ad un commerciante americano, DD Palmer, attorno al 1890.

Questi elaborò un'originale teoria basata sulla sublussazione vertebrale, certo che le malattie e le disfunzioni degli organi derivassero da impulsi errati provenienti dal midollo spinale, malfunzionante per il blocco causato dalla sublussazione vertebrale.

La terapia consiste nel riallineamento vertebrale mediante impulsi diretti, eseguiti con notevole forza su punti stabiliti.

La chiroterapia in senso generale è una terapia medica per il trattamento del dolore non solo di origine vertebrale ma più in generale osteoarticolare, una cura medica che permette di curare malattie molto comuni mediante manipolazioni vertebrali, degli arti, del cranio, e dei loro legamenti e muscoli.

Eè basata su una diagnosi accurata e precisa del problema che riferisce il paziente.
Il malato deve quindi essere sottoposto ad una visita di tipo generale che va dalla raccolta di informazioni su precedenti malattie, e sugli eventuali farmaci che sta assumendo, alla misurazione della pressione arteriosa, al controllo della frequenza cardiaca.

Insomma oltre alla visita che riguarda lo stato muscolare e osseo del paziente, è necessario un inquadramento più generale per escludere con precisione eventuali controindicazioni totali o parziali alla cura manipolativa.

La visita del paziente è completata sempre dal controllo radiologico del rachide che talvolta può essere seguita da altri esami strumentali (come la TAC, l’ecografia, la densitometria ossea) oppure da analisi del sangue specifiche a seconda delle necessità del paziente.

In conclusione la chiroterapia è una terapia medica per il trattamento del dolore non solo di origine vertebrale ma più in generale osteoarticolare.

Normalmente un ciclo di 4-5 manipolazioni permette la guarigione del paziente, con scomparsa del dolore e dei blocchi osteoarticolari, con ritorno alla normale attività sociale, lavorativa e sportiva anche per lunghissimi periodi di tempo.

Più frequentemente alla chiroterapia si rivolgono pazienti con dolori cronici che, oltre alla perdita dello stato di benessere psico-fisico, sono costretti ad abusare di farmaci antidolorifici con i rischi comuni di effetti collaterali. Tutto ciò spesso anche con grosse ricadute sul piano sociale per la perdita di numerosi giorni lavorativi.
Chiroterapia

Dizionario Medico