CEFALEA

Il mal di testa è senza ombra di dubbio il dolore più frequente che affligge il genere umano: tutti soffrono, in maniera più o meno frequente, di cefalee che la maggior parte delle volte svaniscono con un poco di sano riposo. Ma se le cefalee si manifestano in maniera frequente e con dolori molto pesanti, allora è meglio rivolgersi al proprio medico di fiducia o al centro cefalee della propria città, che saprà gestire il vostro problema e consigliarvi i trattamenti più indicati; un mal di testa molto pesante e frequente può essere causato da patologie ben più gravi. I mal di testa possono durare da pochi minuti fino a molte ore; non bisogna comunque preoccuparsi dal momento che le cefalee occasionali sono senza dubbio le più frequenti, magari dopo una serata di bagordi in cui si è un pò giocato troppo con la propria salute. E' in ogni caso un sintomo da non sottovalutare, dal momento che in alcuni casi può essere una vera e propria malattia invalidante: il soggetto colpito può non essere più in grado di svolgere attività lavorative e sociali a causa di attacchi talmente violenti da impedire il normale svolgersi della vita quotidiana. Si stima che circa il 20 % degli uomini ed il 40% delle donne della popolazione mondiale soffre di cefalee non gravi ma ricorrenti, quindi molto fastidiose. L'emicrania colpisce molte volte con un dolore pulsante che si manifesta ai lati della testa; il soggetto inoltre trova fastidio in luci e suoni molto intensi e che possono portare ad un peggioramento delle condizioni. Le cause più comuni dei mal di testa sono davvero tantissime: le più famose sono senza dubbio un'assunzione eccessiva di alcool (è un vasodilatatore), la caffeina, l'abuso di farmaci, la caffeina ed anche l'assunzione di disparati elementi e cibi (formaggi, salumi, cioccolato, noci, ecc...), un periodo di acuto e forte stress. Le cure per il trattamento delle cefalee sono senza dubbio analgesici e antinfiammatori come l'aspirina o un periodo di riposo: qualora persista per una diagnosi sicura e corretta è necessaria la consulenza di un medico specialista.
Cefalee secondarie:

- Post-traumatiche
- Vascolari
- Infiammatorie
- Infettive
- Tumorali o da ipertensione endocranica
- Da assunzione di sostanze o dall'interruzione dell'assunzione di sostanze (per esempio caffeina)
- Da lesioni extracraniche
- Da disordini dell'omeostasi

La cefalea come espressione di una malattia cerebrovascolare può rappresentare in alcuni casi un sintomo di notevole rilievo, in altri comparire incostantemente.

Cefalea

Dizionario Medico