CARIOTIPO

Il cariotipo altro non è che una rappresentazione visiva dei cromosomi contenuti in una cellula somatica, ordinati per dimensione numero e forma. Attraverso l'analisi del cariotipo è possibile risalire al numero di cromosomi impegnati nella divisione mitotica (in sostanza la riproduzione, dalla cellula si formano due cellule individuo); i cromosomi omologhi vengono poi identificati e ordinati a coppie in ordine decrescente, ed ordinati in coppia dal numero 1 al numero 22. Viene poi aggiunta la coppia dei cromosomi sessuali (X o Y). Il cariotipo è un'analisi molto importante che permette di individuare eventuali mutazioni ed aberrazioni cromosomiche riguardanti alcuni cromosomi, come variazioni del loro numero o della loro struttura. L'esame sul cariotipo avviene tramite un semplice prelievo di sangue, per verigicare eventuali patologie dello sviluppo sessuale e specialmente per verificare l'eventuale nascita di individui affetti da svariate patologie cromosomiche che causano anomalie multiple nel neonato.
1. Prelievo di sangue
2. Centrifugazione per ottenere i globuli bianchi
3. Stimolazione alla mitosi dei globuli bianchi
4. Essi vengono bloccati nella metafase mitotica con la colchicina (una sostanza estratta dal colchico)
5. Le cellule vengono fatte scoppiare immergendole in una soluzione tampone per lisi osmotica
6. La piastra metafasica viene isolata
7. I cromosomi vengono colorati col metodo del banding ed assumono una colorazione a bande
8. La piastra metafasica viene fotografata
Cariotipo

Dizionario Medico