BIOENERGETICA

La Bioenergetica si basa sul principio del cosiddetto processo psicocorporeo in cui sono utilizzate prevalentemente tecniche respiratorie, che si caratterizzano per essere innovativi e funzionali esercizi fisici, quali:

  • posizioni
  • contatti

a livello corporeo al fine di distendere ed eliminare i cosiddetti “blocchi energetici”, identificati come quei meccanismi difensivi a livello fisico e a livello psicoemotivo.

Il suo fine è l’integrazione tra corpo e mente: una tesi fondamentale in Bioenergetica è che il corpo e la mente funzionalmente sono identici, ciò che succede nella mente riflette ciò che accade nel corpo e viceversa, individuando così una corrispondenza tra struttura del carattere ed atteggiamenti corporei dell’individuo, e una identità funzionale tra processi psichici e quelli somatici.

Gli esercizi della Bioenergetica si pongono come obbiettivo l'interpretazione dell'ego della persona tramite i processi energetici i quali derivanodalla respirazione, dal metabolismo, dal movimento e dall’attività sessuale le quali sono attività di base della vita dell'uomo.

Durante gli esercizi bioenergetici si incentiva il soggetto a trovare il giusto contatto con se stesso e il suo corpo. Attraverso questi esercizi specifici il soggetto arriva a percepire il metodo attraverso il quale è possibile inibire o bloccare l’eccitazione nel corpo.

La parte analitica della bioenergetica è in grado di collaborare con il soggetto all'analisi di questi blocchi che derivano per lo più dal proprio inconscio, mettendoli in relazione alle esperienze infantili. Il soggetto è incentivato ad accogliere e ad esporre le proprie emozioni che vengono represse durante l'azione terapeutica.

La Bioenergetica deriva dagli studi medici dello psicanalista Alexander Lowen che intorno al 1940, riprese alcune teorie chiave dello studioso Wilhelm Reich:

  • Il linguaggio del corpo: introdotto da Reich introdusse il concetto dell’osservazione del corpo e delle sue varie forme quali l’espressione degli occhi, del viso,il tono della voce e la tensione muscolare.
  • la corazza muscolare e caratteriale costituita dai comportamenti che la persona svolge per bloccare le emozioni e desideri. La corazza muscolare e caratteriale si dofferenzi in sette ambiti in base alla zona interessata dal blocco e ne definiamo:
    • quella oculare,
    • quella orale,
    • quella cervicale,
    • quella toracica,
    • quella diaframmatica,
    • quella addominale,
    • quella pelvica.


Bioenergetica

Dizionario Medico