BETABLOCCANTI

I betabloccanti sono un tipo di medicinale che svolge la funzione bloccante dei recettori beta.

La funzione del betabloccante si incentra sul:

  • Controllo dell'ipertensione arteriosa sistemica
  • Cura dell'infarto cardiaco

Salvaguardano muscolo cardiaco dalla tossicità dei catecolaminergici, incidendo sulla downregulation dei recettori beta.

I betabloccanti in passato erano sconsigliati nei casi di insufficienza cardiaca in seguiro ai loro effetti negativi sull'inotropo. In studi e ricerce succesive però si è notato che i betabloccanti che non presentano sorta di simpaticomimetica intrinseca inducono un miglioramento dell'insufficienza cardiaca e riducono il tasso di mortalità del 65%.

I betabloccanti in ogni caso possono aggravare lo scompenso cardiaco, proprio per questo si necessità un'adeguata sorveglianza del paziente possibilmente all'interno di una struttura ospedaliera nella quale è possibile intervenire in maniera immediata e con le necessarie attrezzature in caso di crisi cardiache, questo nel caso della fase di inizio trattamento con betabloccanti.

In taluni casi come per il propanolo, se si sospende in maniera brusca il trattamento si può avere il cosiddetto effetto dell'ipertensione di rimbalzo. Questo effetto è significativamente risotto nel caso di betabloccanti di agonismo parziale e/o non selettiva (Pindololo).



Betabloccanti per il cuore

Dizionario Medico