BALNEOTERAPIA

La balneoterapia termale, è un trattamento che si avvale delle acque termali e del loro prezioso contenuto minerale, in base alle differenti composizioni fisiche delle acque termali la balneoterapia diventa strumento curativo efficace per coloro i quali soffrono di patologie del sistema linfatico. La balneoterapia principalmente adotta per i suoi trattamenti acqua termale riscaldata solitamente a 32°C affinchè le proprietà curative dell'acqua penetrino in profondità nella pelle per un maggiore effetto curativo e benefico.

La balneoterapia è una branca della medicina la quale si pone come obbiettivo la cura delle affezzioni dell'apparato linfatico e della riabilitazione post-traumatica, infatti è risaputo che l'apparato linfatico o circolatorio sono maggiormente stimolati quando sono a contatto con acque ricche sali minerali e in più riscaldate, questo permette a coloro i quali soffrono di pesantezza alle gambe e di gonfiore derivante da una scarsa circolazione dovuta al lavoro, allo stile di vita sempre più caotico, all'insorgere dell'età di poter contrastare questo problema oggigiorno sempre più frequente. La Balneoterapia infatti è in grado di sgonfiare le gambe attraverso la riattivazione del ciclo linfatico, questo vi ridonerà gambe più snelle, più belle e vi sentirete più in forma senza più quella sensazione di stanchezza e pesantezza e soprattutto vostro marito sarà più contento!!!!!

La balneoterapia inoltre come dicevamo è utile anche nella branca della riabilitazione post-traumatica, infatti il moto in acqua è in grado di facilitare i movimenti e la riattivazione motoria nonchè di caricare in maniera minore gli arti inferiori permettendo così un migliore e più veloce ripristino delle funzionalità motorie degli arti danneggiati, in base alla gravità del trauma si è riscontrato che la balneoterapia è più efficace della riabilitazione tradizionale di un 30%.

La tecnica di applicazione della balneoterapia è pricipalmente quella in vasca idromassaggio o in percorsi interni a piccole piscine. In entrambi i casi il trattamento balneoterapico può essere eseguito in diverse modalità per durata temperatura o tipologia di applicazione.

La temperatura solitamente varia dai 32° ai 38°C la durata può variare dai 15 ai 20 minuti e la forma di trattamento può prevedere l'immersione parziale o totale del paziente. In base sempre alle esigenze del cliente il trattamento potrà essere eseguito in vasca idromassaggio oppure in un percorso in piscina.

La balneoterapia in casi molto frequenti viene abbinata a un trattamento preliminare di tipo fangoterapico, ossia il paziente viene preparato al ciclo balneoterapico attraverso l'applicazione di fanghi termali riscaldati sulla parte interessata dal ciclo curativo, questo pemette di riattivare il microcircolo della parte interessata e di ammorbidire la struttura cartilaginea delle giunture, affinchè nella fase successiva il paziente abbia una maggiore risposta agli stimoli balneoterapici e di conseguenza un maggiore effetto curativo.

Il ciclo fangoterapico preliminare solitamente ha una durata di circa 15 minuti, viene approntata su di un lettino nel più totale relax e comfort per il paziente, al termine del tempo prestabilito il paziente viene ripulito dal fango e immesso nel ciclo balneoterapico.

Al fine di avere un quadro compèleto sui trattamenti balneoterapici è necessario menzionare le acque carboniche che hanno la caratteristica di essere ricche di CO2. Le acque carboniche sono utilizzate in balneoterapia per riattivare e stimolare il microcirolo linfatico, questo proprio grazie alle proprietà vasodilatatrici della CO2, questo permette e facilità l'eliminazione del gonfiore delle gambe e della relativa sensazione dei pesantezza. Per approfondire il tema delle acque carboniche rimandiamo alla sezione relativa.

La balneoterapia come più volte è stato ribadito è un efficace strumento per la riabilitazione motoria e per la riattivazione del microcircolo, questo sempre con il supporto di personale medico specializzato che dovrà rigorosamente e scrupolosamente seguirvi durante il vostro percorso.

Importante al fine dell'ottenimento del massimo risultato derivante dal trattamento è necessario eseguire gli esercizi in strutture dotate di piscine termali adibite alla riabilitazione, le quali sono tutte per legge dotate di attrezzature che facilitano l'immersione del paziente, nonchè di tutte le precauzioni necessarie allo svolgimento sicuro degli esercizi.

Al fine di garantire questa sicurezza le piscine per la riabilitazione devono essere dotate di paviemento antisdrucciolo di oppurtuni corrimano ai quali il paziente possa aggrapparsi in caso di necessità, mentre sul fondo delle piscine possono essere istallati percorsi (gradini, discese e salite, etc.al fine della riabilitazione motoria e vascolare.


Balneoterapia
Balneoterapia

Dizionario Medico