BAGNO SCHIELE

Il bagno Schiele o i bagni Schiele, sono dei bagni ai piedi o alle braccia che vengono effettuati all'interno di apposite vasche, che contengono acqua la quale viene riscaldata. La peculiarità del bagno di schiele è che il riscaldamento dell'acqua è effettuato in maniera crescente e controllata durante il bagno stesso. Il risultato del bagno di schiele è la stimolazione generalizzata della circolazione sanguigna e del microcircolo, questo a notevole beneficio dell'organismo.

Prima di sottoporsi al bagno schiele è necessaria un'operazione preliminare di preparazione che prevede di lavare i piedi o le braccia con un'olio speciale, l'olio di canfora. A seguito del lavaggio della parte interessata è possibile immergerla nella vasca termoregolata che avrà una temperatura di circa 35°C.

Durante il bagno schiele la temperatura pian piano viene portata sino alla temperatura di esercizio di 45°C. Inoltre il bagno prevede che l'acqua usata nel trattamento possa essere portata a differenti valori di pH aggiungendo polveri basiche alla stessa. Il pH dell'acqua nel bagno schiele sarà sempre e rigorosamente basico.

Al termine del bagno schiele è consigliabile riposare la parte interessata per una ventina o trentina di minuti.

Gli effetti benefici del bagno schiele possono essere:

- la riattivazione o la stimolazione dei termorecettori del piede
- Il miglioramento della circolazione sanguigna e del microcircolo a fronte di una vasodilatazione
- Un miglioramento della circolazione del sangue che interessa gli organi interni

Nel bagno schiele è molto importante che la temperatura sia innalzata in maniera graduale, proprio per questo il procedimento viene eseguito manualmente da un esperto che monitorizza costantemente la temperatura e il paziente, poichè anche piccole variazioni della temperatura hanno effetti significativi e differenti sui termorecettori del nostro organismo nonchè sui vasi sanguigni.

Per coloro che soffrono di problemi circolatori o di problemi a livello venoso, come ad esempio vene varicose, il bagno schiele deve essere svolto con estrema cautela e con temperature determinate.

Il bagno di schiele per coloro che soffrono di vene varicose è svolto secondo una procedura che prevede:

  • Innalzamento graduale della temperatura fino a 33°C
  • Adattamento alla temperatura di 33°C per almeno le prime 3 settimane
  • Innalzamento graduale dopo la 3 settimana alla temperatura massima di 39°C

Gli effetti del bagno schiele alle braccia o ai piedi determina una stimolazione che interessa il 50% della massa sanguigna e questo provoca una vasodilatazione che si estende in tutto l'organismo e su tutta la superficie della pelle.

In opposizione alla vasodilatazione della pelle si ha una vasocostrizione negli organi interni, che determina lo scarico del sistema cardiocircolatorio e una diminuzione momentanea della pressione.

Scientificamente parlando il bagno schile ha un effetto che è paragonabile ad una corsa di 1000/3000 metri!

Vedi anche:

BAGNO CARBO-GASSOSO - BAGNO DI CLEOPATRA - BAGNO DI FIENO - BAGNO KNEIPP - BAGNO RASUL - BAGNO TURCO - BAGNO DI VAPORE - HAMMAM

Dizionario Medico