Il Parco Nazionale dell'Asinara è un'area naturale protetta istituita istituita nel 1997. Si trova in Sardegna, in provincia di Sassari. I confini del Parco dell'Asinara corrispondono con quelli dell'isola , amministrata interamente dal comune di Porto Torres.

La storia dell'isola parla di insediamenti umani che risalgono all'età prenuragica con la Domus de Janas di Campu Perdu e il ritrovamento di oggetti forse più antichi, di selce e ossidiana; mentre per ora non c'è traccia di nuraghi, sono stati ritrovati alcuni oggetti tipici del popolo nuragico come un bronzetto raffigurante un toro seduto, ed un bracciale di bronzo. Inoltre sono stati segnalati molti relitti di navi di epoca romana sui fondali della costa orientale

L'isola ha un'estensione di 52 chilometri quadrati e geograficamente è divisa in quattro zone collinari e la cima più alta è Punta della Scomunica alta 408 m. Una strada la percorre da nord a sud ed è lunga 23 km. La parte occidentale è caratterizzata da coste molto frastagliate, alte falesie scistose, canaloni e spaccature, mentre la parte orientale presenta ampie insenature e piccole spiagge granitiche.

Parco nazionale dell'Asinara
La fauna, la flora e gli animali selvatici

Nel 1896 fu adibita a Colonia Penale, e per un breve periodo negli anni Ottanta fu anche sede di un Carcere di Massima Sicurezza, per questa ragione l'isola si è conservata in maniera ottimale dal punto di vista ambientale e si è salvata dalla speculazione edilizia, dal degrado costiero e dall'impoverimento della flora e della fauna anche marittima, in quanto per oltre cento anni fu severamente proibito anche solo avvicinarsi alle sue coste senza i dovuti permessi.

Il parco è aperto tutto il tempo dell'anno e durante la sua visita si viene affidati ad una guida che vi farà visitare tutte le zone dell'isola consentite. L'isola è visitabile da non più di 300 persone al giorno e in alcune zone protette è vietata la balneazione e le immersioni, a protezione dell'ambiente marino.

La fauna dell'isola oltre agli animali selvatici tipici di questi ambienti, come la lepre, la donnola, il muflone, il cinghiale, cavalli e asinelli sardi, vanta una rarità probabilmente unica: i tipici asinelli albini, che hanno dato l'attuale nome all'isola. Questi asinelli di piccola taglia sono completamente bianchi ed hanno gli occhi azzurri, vivono allo stato selvatico, in branco.

Asini albini dell'Asinara
Cinghiali nella riserva naturale
Gli hotel benessere e gli alberghi dove dormire, soggiornare e mangiare bene all'Asinara