ACROCIANOSI

Con il termine Acrocianosi si intende una sindrome che colpisce prevalentemente i tessuti delle estremità del corpo a causa di una insufficiente irrorazione arteriosa della pelle provocata da spasmo dei capillari. È caratterizzata da colorito bluastro o rosso dei piedi e delle mani, e talvolta delle gambe, con ipotermia cutanea. Si presenta per lo più nei mesi più freddi dell’anno. Ha andamento cronico; compare in età giovanile e in prevalenza nelle donne. Alcuni casi studiati riportano una prevalenza di acrocianosi in persone affette da autismo e la sindrome di Asperger.

Esistono due tipologie di acrocianosi:
  • Acrocianosi benigna, la forma più comune;
  • Acrocianosi (non benigna), che può indicare un serio problema medico, ad esempio il fenomeno di Raynaud.
I sintomi principali presentano sudorazione e senso di freddo alle estremità del corpo e la colorazione bluastra o rossa di mani e/o piedi.

I dati epidemiologici suggeriscono che il clima caldo e la bassa corporatura sono fattori di rischio per episodi di Acrocianosi.

Al momento non esiste una cura specifica che abbia dimostrato su larga scala di essere in grado di attenuare o guarire l’acrocianosi, anche se spesso la prevenzione tramite una alta protezione dal freddo può portare buoni risultati.
Acrocianosi
Avrocianosi

Dizionario Medico